Governo Letta: una fragile soluzione è pur sempre una soluzione

08 maggio 2013
Dall’ultima indagine dell’Osservatorio Socio-politico di Lorien Consulting, condotta tra il 4 e il 5 maggio 2013, nel pieno dibattito sulla composizione del nuovo Governo Letta, emerge chiaramente la preoccupazione dell’opinione pubblica per il difficile contesto sociale, politico ed economico.
Per gli italiani ora la priorità è una: mettere in sicurezza il Paese!

Per scaricare il report con i principali risultati dell'Osservatorio cliccare qui .

Per leggere il relativo articolo uscito martedì 8 maggio su Italia Oggi clicca qui 

Di seguito un breve commento di Antonio Valente, AD di Lorien e direttore del Lorien Public Affairs.

IL CONTESTO SOCIO-ECONOMICO: UN QUADRO SEMPRE PIU' PREOCCUPANTE

Permane il sentimento di preoccupazione per un contesto sociale ed economico sempre più critico. Quasi tutti gli indicatori del sentiment economico e sociale infatti volgono al peggio.

Paura del default, Indice di fiducia nel futuro e, su tutti, il Job Index percepito: non sono più solo anonime statistiche economiche ma rappresentano il vissuto quotidiano

  • Il 51% degli italiani percepisce come precaria e la propria situazione lavorativa;
  • Il 31% segnala un aumento dei licenziamenti;
  • Meno di un italiano su tre giudica positivamente la propria situazione professional;
  • La fiducia nel futuro è scesa nuovamente sotto al 50% (fenomeno storicamente correlato a forti innalzamenti dello spread).

GOVERNO LETTA: UNA FRAGILE SOLUZIONE, MA PUR SEMPRE UNA SOLUZIONE

Cosi come per la rielezione del Presidente Napolitano anche la nascita del Governo Letta è caratterizzata da positive reazioni dell’opinione pubblica, dei media e delle comunità internazionali e finanziarie .

Anche in questo caso la sensazione diffusa e’ di una soluzione transitoria per evitare i rischi di disastro istituzionale, economico e sociale. Il Governo Letta nasce come una ennesima soluzione emergenziale e quindi come tale viene valutato dai cittadini:

1.     Peculiare e per niente simile al Governo Monti, se non nella natura di “grande coalizione”, con un forte imprinting del Presidente Napolitano (sempre più visto come unico ed insostituibile pilastro);

2.     Politico più che tecnico, necessario, ma connotato da logiche ed equilibri da prima repubblica (incarichi proporzionali al peso ponderato delle diverse componenti);

3.     Fragile, infatti oltre che a scadenza questo governo è ritenuto in balia di equilibri poco solidi, il 28% degli italiani ritiene che potrebbe cadere alle prime difficoltà.

I primi dati comparati con il corrispettivo periodo del Governo Monti, indicano comunque una apertura di credito. Nonostante le resistenze di alcuni “elettorati” e le riserve sul metodo e sulla composizione, gli indicatori di partenza sono positivi: Il 52% giudica positivamente la scelta delle larghe intese ed il 62% giudica positivamente il Governo che Letta ha presentato al Parlamento.

Queste ultime due settimane hanno sicuramente segnato in positivo il contesto istituzionale e politico. Per gli elettori era necessario ed indispensabile rieleggere il Presidente Napolitano e formare un governo. Ora le priorità sono altre: mettere in sicurezza il paese!

Per scaricare la versione completa del commento, cliccare qui

UNA SPECIALE RICHIESTA: LA SUA OPINIONE È IMPORTANTE

Il nostro Osservatorio, in questi anni, si è confermato uno strumento anticipatore delle tendenze evolutive dello scenario sociale, culturale e politico, fornendo informazioni e orientamenti utili a imprese, mercati, istituzioni pubbliche e politiche. E’ nostra intenzione potenziare ulteriormente questo strumento. Per questo le chiediamo di aiutarci fornendoci la sua preziosa opinione. 

Le bastano 5 m inuti per compilare il breve questionario online. Ce’ tempo fino al 18 di maggio.

Per rispondere al questionario clicchi su questo link:

http://lorientando.lorienconsulting.it/?cs=459&al=1

Le informazioni resteranno completamente anonime e saranno esclusivamente oggetto di trattamento statistico. Inoltre sarà nostra premura farle avere entro fine mese le evidenze anche di questo studio.