IL TEMPO DELLA SUPPLENZA

24 aprile 2013
L’ultima rilevazione dell’Osservatorio di Lorien Consulting è stata condotta il 21 e 22 aprile subito dopo la ri-elezione di Napolitano al Quirinale in un contesto socio-economico difficile (disoccupazione, record delle delle ore di cassa integrazione, chiusura di aziende, famiglie che si ritrovano sotto le soglie di povertà…)
Da un’Italia “in attesa“ a un’Italia in caduta libera.

Per scaricare il report con i principali risultati dell'Osservatorio cliccare qui .

Per leggere il relativo articolo uscito martedì 23 aprile su Italia Oggi clicca qui .

 

Di seguito un breve commento di Antonio Valente, AD di Lorien e direttore del Lorien Public Affairs.

L’ELEZIONE DI NAPOLITANO RAPPRESENTA LA SCONFITTA DELLA CLASSE POLITICA

Una rielezione che, seppure condivisa dalla stragrande maggioranza (62%) è anche letta dagli italiani come una sconfitta dell’intera classe politica (40%) e la dimostrazione, nei fatti, della propria inconsistenza. Emerge l’impressione diuna “supplenza” da parte della Presidenza della Repubblica su tutto il sistema politico!

Le prime reazioni dell’opinione pubblica, dei media e delle comunità internazionali e finanziarie sono positive. Tuttavia questo respiro di sollievo dopo la paura del disastro appare transitorio e necessario a:

  • evitare il rischio di un blocco istituzionale e concedere un tempo supplementare al sistema politico;
  • garantire il mantenimento di una credibilità internazionale;
  • cambiare le “regole del gioco” prima di poter tornare alle elezioni.

Oltre il 50% degli Italiani ritiene, infatti, che a questo punto sia prioritario tornare al voto solo dopo aver cambiato la legge elettorale.

LA CRISI DEL PD E IL RISCHIO DELL’EFFETTO DOMINO

Una delle più gravi conseguenze, l’inevitabile implosione del PD, potrebbe innescare un effetto domino in grado di trascinare fatalmente anche le altre componenti di un sistema di rappresentanza percepito come inadeguato. Il centro-sinistra è entrato in una “fase terminale” delle proprie contraddizioni e il “pettine” delle responsabilità e delle decisioni importanti ne ha evidenziato tutti i nodi strutturali:

  • Interni alla coalizione (l’inevitabile rottura con SEL) e interni al partito, fra le varie anime e componenti
  • Esterni, fra l’elettorato e classe dirigente.

Viceversa il PDL , che ha ritrovato una sintonia con il proprio elettorato, potrebbe rischiare molto dal definitivo venir meno dello schema bipolare che, da sempre, ne ha sostenuto le sorti. Mentre il M5S, nonostante il ruolo assunto, rischia di essere trascinato nel gioco al massacro da cui non potrà  passare indenne.

Pertanto la rielezione del Presidente Napolitano appare  a tutti come un ancora di salvezza, anche se temporanea. E il tempo della supplenza potrebbe rappresentare un’indispensabile condizione per capire, assestarsi ed riorganizzarsi.

Cliccare qui per scaricare il comunicato stampa.

Per eventuali chiarimenti e approfondimenti contattatare

Matteo PietripaoliLorien Pubblic Affairs di Lorien Consulting srlVia Argelati 40/a - 20143 MilanoTel. +39 02 58145 214Mob. +39 333.5211028Mail: m.pietripaoli@lorienconsulting.it